rf_de_chutech_1.2

PERDITA DI CAPELLI, CALVIZIE... È INEVITABILE?

La caduta dei capelli, se causata da un accorciamento del ciclo dei capelli, può portare alla perdita prematura dei capelli e alla calvizie.

In questo caso, si chiama perdita di capelli progressiva poiché avviene gradualmente.

Perdita di capelli negli uomini

Perdita di capelli negli uomini

Cosa si intende per calvizie? Gli uomini possono soffrire di calvizie, altrimenti nota come alopecia androgenetica. In questo caso, alcune zone del cuoio capelluto diventano calve per prime: le tempie e la corona della testa.

La perdita dei capelli progredisce a scatti.

Quasi 1 su 3 uomini nota i primi segni di perdita di capelli all'età di 30 anni.

Perdita di capelli nelle donne

Perdita di capelli nelle donne

Quando è progressiva, la perdita di capelli nelle donne è legata a uno squilibrio di ormoni maschili. Contrariamente alloro nome, questi ormoni sono presenti anche nelle donne, che possono anche soffrire di questo tipo di perdita di capelli.

I capelli delle donne sono essenzialmente indeboliti nella parte superiore e lungo la riga. I capelli diventano più sottili e sempre più radi.

Il 51% delle donne afferma di essere imbarazzato dalla perdita dei capelli.

Riconoscere il proprio tipo di perdita di capelli

Nei discorsi quotidiani, sentiamo spesso il termine "perdita di capelli" usato come termine generico.

” Perdo i capelli a manciate. ”

Tuttavia, vi sono due tipi di perdita di capelli che bisogna saper distinguere:

  • perdita reattiva dei capelli;
  • perdita progressiva dei capelli.

Non hanno le stesse cause e, pertanto, non sono trattate allo stesso modo.

Al contrario della perdita di capelli reattiva che, come indica il nome, si verifica una tantum in risposta a un evento, la perdita progressiva dei capelli si stabilisce nel corso di diversi mesi e può portare alla calvizie.

Questa calvizie, chiamata anche alopecia androgenetica, è caratterizzata da una diminuzione progressiva e più o meno localizzata dei capelli, che fa sembrare la massa di capelli meno densa.

Quali sono le cause della calvizie dovuta alla perdita progressiva dei capelli?

La fase di crescita è ridotta

La caduta progressiva dei capelli corrisponde a un accorciamento della fase di crescita dei capelli (la fase anagen) che è legata a una degenerazione progressiva del follicolo pilifero.

Per capire questo fenomeno, è importante ricordare brevemente come si svolge il ciclo di vita di un capello.

Come tutti sappiamo, i nostri capelli si rinnovano costantemente.

Un capello spunta, cresce e poi muore. E poi i capelli cadono.

Questo ciclo di capelli dura in media 3 anni per un uomo e 5 anni per una donna. Ciò che è meno noto è che questo ciclo si ripete solo 25 volte. Se questi cicli mantengono un ritmo regolare, si suppone che abbiamo una quantità "normale" di capelli durante la nostra vita.

Ma, in caso di perdita progressiva dei capelli, questo ritmo accelera. I cicli diventano sempre più corti, con il rischio di finire presto.

Infatti, una volta raggiunto l'esaurimento, alla fine dei 25 cicli, il follicolo pilifero muore. Si riassorbe e poi scompare.

A questo punto, solo la chirurgia può fornire una soluzione, con un trapianto di capelli, ad esempio. È quindi importante prendere sul serio l'alopecia il più presto possibile: quando c'è ancora tempo per far ricrescere i capelli.

Perché il ritmo dei cicli dei capelli è così veloce?

La perdita progressiva dei capelli è il risultato di una disfunzione, spesso genetica, dei capelli e del cuoio capelluto in risposta a certi ormoni maschili: gli androgeni. La dipendenza dagli ormoni spiega anche perché questo fenomeno inizia solo dopo la pubertà.

Il testosterone è coinvolto, ma indirettamente.

Per causare la perdita di capelli, il testosterone deve prima essere convertito dal 5-alfa-reduttasi in diidrotestosterone (DHT).
L'iperattività di questo enzima porta a una sovrapproduzione di DHT, che causa un accorciamento del ciclo di vita dei capelli e, quindi, un'accelerazione dei cicli dei capelli

Il periodo di produzione dei capelli si accorcia, i cicli si susseguono più rapidamente, i capelli diventano più sottili, il follicolo rimpicciolisce e si esaurisce prima di morire e scomparire.

Di conseguenza, la successione dei 25 cicli di capelli, che doveva durare tutta la vita, finisce prima del previsto e può dare luogo a una calvizie parziale, soprattutto nella parte superiore della testa, o a una calvizie totale.

L'altro effetto negativo del DHT è che danneggia anche l'ambiente intorno ai capelli. In particolare, stimola le ghiandole sebacee che aumentano la produzione di sebo.

Se combinati, questi due fenomeni causano la caduta dei capelli indeboliti prima che raggiungano la loro lunghezza massima. Successivamente, lasciano il posto a una nuova crescita che avrà anche una durata di vita ridotta. I capelli ricrescono più sottili e corti.

La lotta contro la calvizie deve essere affrontata il più presto possibile

Per combattere questa perdita prematura di capelli, è importante prolungare la vita dei capelli intervenendo, comprensibilmente, prima che i cicli dei capelli si esauriscano una volta per tutte.

L'approccio migliore è quello di prevenire la perdita di capelli mantenendo e prolungando la fase anagen e fermando i cicli di capelli accorciati.

Per rispettare la sensibilità del cuoio capelluto e la sua salute in generale, è importante favorire i trattamenti a base di principi attivi naturali come gli oli essenziali e gli estratti di piante.

La naturalezza di questi prodotti garantisce sia un'efficacia ottimale, sia che il cuoio capelluto non reagisca male.

rf_engag_engagements