rf_cchevelu_25

Il cuoio capelluto... il segreto per avere dei bei capelli

La base di una chioma perfetta è un cuoio capelluto sano.

Oltre a fare attenzione alla fibra capillare - e ai capelli stessi - è essenziale anche prendersi cura del cuoio capelluto.

Anche se dovrebbe essere al centro di ogni routine per avere "capelli perfetti", spesso viene ancora molto trascurato.

Tuttavia, le cose stanno cambiando.

Alcune culture sono consapevoli dell'importanza del cuoio capelluto da molto tempo. In Asia, ad esempio, fa parte della routine quotidiana e il cuoio capelluto viene visto come un'estensione della pelle del viso.

Negli Stati Uniti si sviluppano sempre più prodotti per il cuoio capelluto: scrub, sieri, ecc., con nomi ispirati ai trattamenti della pelle.

In Europa, la tendenza è ancora emergente, ma sta gradualmente prendendo piede nella routine dei capelli. Una volta eravamo concentrati sulla bellezza dei capelli e sui risultati dei prodotti, mentre ora siamo più preoccupati della salute dei nostri capelli e soprattutto del nostro cuoio capelluto.

Lo scopo dei nostri consigli è quello di spiegare il ruolo vitale del cuoio capelluto nei capelli sani. 

René Furterer, pioniere nella cura del cuoio capelluto

René Furterer, pioniere nella cura del cuoio capelluto

Quando tutti si concentravano ancora sul risultato desiderato - una chioma bella, spessa e lucente - René Furterer già si appassionava alla causa principale: lo studio del cuoio capelluto, il terreno fertile senza il quale nessun capello può crescere forte e sano.

Da oltre 60 anni, René Furterer è lo specialista del cuoio capelluto!

I diversi elementi che compongono il cuoio capelluto

I diversi elementi che compongono il cuoio capelluto

I capelli sono un materiale inerte la cui fonte di vita, il motore, si trova nel cuoio capelluto.
La fisiologia del cuoio capelluto presenta i diversi organi che compongono il cuoio capelluto e i capelli, così come le loro funzioni: il bulbo, la ghiandola sebacea, il fusto del capello... e soprattutto il follicolo pilifero, un vero organo in miniatura alla base di tutto!

Quando lo scalpo va in tilt...

Quando lo scalpo va in tilt...

Di fronte alle numerose aggressioni a cui è sottoposto ogni giorno, il cuoio capelluto reagisce con una grande varietà di sintomi.
Possono verificarsi numerosi problemi del cuoio capelluto: perdita di capelli, prurito, pelle secca, forfora o cellule morte, eccessiva produzione di sebo, cuoio capelluto secco... Fortunatamente, per ogni problema esiste una soluzione!

Un cuoio capelluto che ha bisogno di attenzioni

Un cuoio capelluto che ha bisogno di attenzioni

Prolunga i benefici di shampoo, balsami e routine di cura personalizzate adottando abitudini complementari: lavare, spazzolare e massaggiare il cuoio capelluto.
Queste buone pratiche per prendersi cura del cuoio capelluto,tanto efficaci quanto piacevoli, possono trasformarsi in veri e propri momenti di benessere.

Il ruolo importante del cuoio capelluto: andare alla radice delle cose

Il cuoio capelluto deve offrire ai capelli un terreno fertile sul quale possano spuntare e crescere sani e forti. Deve anche agire come barriera fisica e isolante termico.

Il cuoio capelluto: la parte viva dei capelli.

È una zona estremamente sensibile a causa della sua innervazione molto densa e della presenza di numerose terminazioni nervose che reagiscono al minimo stimolo. Ognuno dei suoi 600 cm² contiene 2.500 recettori: il doppio della pelle del viso! Ciò rende questo organo una parte estremamente sensibile del nostro corpo.

Sappiamo da tempo che la cura della pelle deve essere rigorosa. Ma con una tale iper-sensibilità e iper-reattività, è ovvio che la cura del cuoio capelluto deve esserlo ancora di più!

Il cuoio capelluto è regolarmente sottoposto a numerose aggressioni esterne: particelle di inquinamento, raggi UV, ecc. Ma soffre anche di cattive abitudini legate allo styling: shampoo aggressivi, calore eccessivo del phon e di altri strumenti di styling, spazzolatura eccessiva, agenti chimici nelle tinture per capelli, prodotti inadatti... A tutto questo si aggiungono fattori interni come stress, fluttuazioni ormonali, malattie genetiche, carenze varie, ecc.

In breve, il cuoio capelluto può incassare molti colpi! Esistono numerosi problemi legati al cuoio capelluto. Quando viene attaccato, il suo funzionamento è alterato. Diventa quindi una base di qualità inferiore per i capelli.

Solo un cuoio capelluto sano ed equilibrato è capace di far crescere dei bei capelli pieni di vitalità. Questo perché i bulbi piliferi sono ancorati a questa superficie viva.

Ecco perché prendersi cura del proprio cuoio capelluto non è un'opzione, ma è un dovere.

Un equilibrio complesso

Il cuoio capelluto è un rivestimento continuo, flessibile e resistente. È composto da diversi strati, ed è nel suo strato superficiale che vengono impiantati i capelli.

Il cuoio capelluto svolge due ruoli principali.

  • Ospita i follicoli piliferi da cui nascono i capelli e che ne assicurano la crescita.
  • Agisce come una vera e propria barriera protettiva fisica.

Una vera e propria barriera protettiva fisica

Proprio come la pelle, anche il cuoio capelluto svolge una varietà di funzioni.

Agisce come una vera e propria barriera fisica tra l'ambiente interno ed esterno.

Il film idrolipidico presente sulla superficie del cuoio capelluto, che consiste principalmente in sebo prodotto dalle ghiandole sebacee, regola l'umidità e lubrifica i capelli. Il film idrolipidico svolge un ruolo di protezione immunologica contro tutti i tipi di aggressioni esterne.

Naturalmente, il cuoio capelluto funge anche da isolante termico. Insieme alla funzione di sudorazione, aiuta a mantenere una temperatura interna costante di 37°C.

rf_engag_engagements