rf_cchevelu_10

La fisiologia del cuoio capelluto

Per cuoio capelluto si intende la parte della pelle che ricopre il cranio. Questo rivestimento continuo, flessibile e resistente è composto da diversi strati. È la parte vivente del capello, che viene impiantato nel suo strato superficiale.

Negli adulti senza perdita di capelli, il cuoio capelluto misura tra i 600 e i 700 cm². Con 2.500 recettori per centimetro quadrato, è una parte estremamente sensibile del nostro corpo.

Ospita da 100.000 a 150.000 capelli cheratinici. Il numero varia da persona a persona.

È composto da un tessuto protettivo in superficie (l'epidermide) e da un tessuto di sostegno nutriente in profondità (il derma), che contiene numerosi vasi sanguigni, dai quali la radice dei capelli (il follicolo pilifero) sviluppa una zona di scambio alla quale attingere per l'energia vitale del capello.

È molto importante che il cuoio capelluto, l'area in cui viene impiantato il bulbo pilifero, sia sano e fornisca i nutrienti necessari per la crescita dei capelli.

Un cuoio capelluto sano ed equilibrato è capace di far crescere dei bei capelli pieni di vitalità ed è anche in grado di svolgere le sue funzioni di barriera fisica e di isolante termico.

La vita di un capello

La vita di un capello

È importante conoscere il ciclo di vita dei capelli per capire e favorire i fattori essenziali per la buona salute dei capelli.

Il capitale di capelli di ogni individuo è composto da 25 cicli di capelli programmati per durare tutta la vita.

Come avvengono le 3 fasi consecutive di un ciclo - la fase anagen, la fase telogen e la fase catagen? E quali sono le sfide di un ciclo regolare e costante?

Il cuoio capelluto: un equilibrio complesso

Una sezione trasversale del cuoio capelluto mostra diversi strati.

L'epidermide è uno strato molto sottile che misura un decimo di millimetro. Si combina con il derma sottostante per formare il rivestimento epiteliale esterno, che è quindi continuo con l'epidermide stessa. Come l'epidermide, è composto da diversi strati di cellule.

Il derma è una zona molto vascolare del cuoio capelluto. È spesso e misura in media 2,5 millimetri. Qui si trova la radice dei capelli: il follicolo pilifero. Circondato da una ricca rete vascolare, beneficia di un grande apporto di energia, essenziale per la crescita dei capelli e per promuovere la sopravvivenza e il rinnovamento cellulare.

L'ipoderma è costituito da tessuto grasso in cui si trova il bulbo pilifero, in profondità (3,5 centimetri dalla superficie).

Capelli: dalle radici alle punte

Il follicolo pilifero si trova nel derma. Può essere descritto come un "sacco" che contiene i capelli. È la matrice dei capelli, la zona in cui la divisione cellulare è attiva. Vero e proprio organo in miniatura, produce costantemente cellule il cui accumulo e cheratinizzazione danno origine al fusto del capello.

Il bulbo è posizionato obliquamente nel cuoio capelluto.

Il fondo del bulbo è scavato da una papilla follicolare riccamente vascolarizzata e innervata. Riceve ormoni, trasmette segnali ai cheratinociti e fornisce ai capelli vitamine e ossigeno.

Quando la circolazione è attiva nella papilla, la crescita dei capelli è rapida. Se la circolazione non è attiva, la crescita rallenta. La distruzione della papilla porta alla perdita permanente dei capelli e alla morte del follicolo pilifero.

Il follicolo pilifero è programmato per produrre 25 capelli, il che corrisponde ai 25 cicli di capelli di cui un individuo dispone nella sua vita.

Attaccata al bulbo c'è la ghiandola sebacea, che produce sebo.

Questa emulsione complessa di acqua, sudore e sebo è il componente essenziale del film idrolipidico. La superficie dei capelli e del cuoio capelluto è avvolta da questa pellicola protettiva, che combatte la penetrazione di sostanze estranee (raggi UV, inquinamento, ecc.) e regola l'idratazione impedendo la perdita di acqua transepidermica (TEWL). È anche responsabile dell'aspetto morbido e setoso dei capelli.

Il fusto del capello è la parte libera e visibile del capello. Il suo diametro varia da 70 a 100 micron.

È composto al 95% da cheratina, una proteina fibrosa formata da catene di amminoacidi sintetizzati dalle cellule situate alla base del follicolo pilifero. Avvolta ad elica, forma lo scheletro dei capelli ed è ciò che dà ai capelli la loro eccezionale resistenza ed elasticità. Grazie ad essa, i capelli, nonostante la loro sottigliezza, sono estremamente forti.

Il fusto del capello ha diverse caratteristiche: elasticità, bassa resistenza agli agenti chimici, buona resistenza meccanica, alta capacità di assorbimento dell'acqua, resistenza agli agenti biologici e proprietà elastiche.

All'interno, la presenza di melanina, il pigmento naturale della pelle e dei capelli, dà ai capelli il loro colore.

Il fusto del pelo è suddiviso in tre strati concentrici: il midollo, circondato dalla corteccia, a sua volta avvolta dalla cuticola.

• Lo strato interno: il midollo si trova al centro e non ha proprietà fisiologiche specifiche. È presente nei capelli maturi.

• Lo strato intermedio: la corteccia è la parte più importante e più spessa del fusto del capello. Essa stessa è composta da diversi strati di cellule di cheratina pigmentata, tenuti insieme da un cemento intercellulare, che assicura la forte coesione delle cellule pilifere e l'impermeabilità del capello. Poiché costituisce l'80% dei capelli, la corteccia dà loro la struttura e il colore.

• Lo strato esterno: la cuticola. I capelli sono protetti dalla cuticola, composta da squame protettive che si incastrano tra loro, come le tegole di un tetto. Le squame sono rivestite da un sottile strato di sebo, che assicura la lucentezza del fusto dei capelli, agiscono come protezione trasparente e donano ai capelli lucentezza e setosità.

Il rinnovamento cellulare del cuoio capelluto dura 14 giorni. Tuttavia, può essere accelerato in caso di infiammazione.

Le funzioni fisiologiche del cuoio capelluto

Il cuoio capelluto svolge 2 ruoli principali.

 Ospita i follicoli piliferi da cui nascono i capelli e che ne assicurano la crescita.

Agisce come una vera e propria barriera protettiva fisica. 

La posizione dei follicoli piliferi

Il cuoio capelluto differisce dalla pelle del corpo per l'abbondanza di follicoli piliferi che contiene, la dimensione dei capelli e il numero e il volume delle ghiandole sebacee e sudoripare. Ha anche una ricca rete nervosa e vascolare, necessaria per fornire le sostanze che sono essenziali per la crescita di capelli forti.

Si tratta di un vero e proprio serbatoio di follicoli piliferi, alloggiati in grande quantità nello strato superficiale. In media, ve ne sono tra 100.000 e 150.000.

Alla base del follicolo pilifero si trova una moltitudine di piccoli vasi sanguigni chiamata microcircolo. La loro funzione è quella di trasportare il sangue ai bulbi piliferi per fornire loro nutrienti e ossigeno, essenziali per la crescita di capelli forti, sani e voluminosi.

È questo passaggio stretto che permette alle cellule del bulbo, i cheratinociti, di produrre continuamente i componenti della fibra capillare.

Una vera e propria barriera protettiva fisica

Proprio come la pelle, anche il cuoio capelluto svolge una varietà di funzioni.

• Una barriera fisica: il cuoio capelluto protegge efficacemente l'ambiente interno dall'ambiente esterno e dalla disidratazione. Il film idrolipidico sulla superficie del cuoio capelluto funge da scudo contro le aggressioni e regola l'idratazione. Limita la secchezza della pelle e lubrifica i capelli. Dona un aspetto morbido, setoso e lucido ai capelli.

• Protezione immunologica: il film idrolipidico ha un pH naturalmente acido, che protegge dalle aggressioni, dalle radiazioni e dai microrganismi.

• Un isolante termico: il cuoio capelluto è coinvolto nel meccanismo di regolazione della temperatura del corpo. Infatti, produce e disperde il calore per mantenere una temperatura interna costante di 37°C.

• Azioni di sudorazione: la sudorazione contribuisce a questo isolamento termico. Si tratta di un fenomeno che consiste essenzialmente nel disperdere calore grazie al meccanismo che fa evaporare l'acqua dalla superficie della pelle e quindi dal cuoio capelluto.

• La funzione sebacea: la ghiandola sebacea, attaccata ai capelli, secerne il sebo, componente essenziale del film idrolipidico della superficie. Limitando la secchezza del cuoio capelluto, assicura una funzione battericida e lubrifica i capelli. Svolge quindi un ruolo protettivo per il cuoio capelluto.

Il cuoio capelluto è veramente un organo che necessita di cure e dal quale dipendono la salute e la bellezza dei capelli.

rf_engag_engagements