rf_mag_ft_hair_loss_principal_visual_transparent_1-1

La prima volta

La prima volta che... Mi sono reso conto che stavo perdendo i capelli

Giulio,

37 anni

Più i capelli sono voluminosi, più la caduta è pesante

Me l'hanno sempre detto. È nei tuoi geni, Jules Giulio: primo o poi cadranno, vedrai. Ero avvisato. Ma da adolescente, con i miei folti capelli ricci, era difficile da immaginare. A tavola, quando tutta la famiglia era riunita, guardavo mio nonno, che era completamente calvo, e mio padre, che stava diventando calvo sulla trentina. Mi sentivo invincibile.

Ma un giorno iniziò. Con un semplice commento del mio barbiere. Avevo finalmente deciso di spuntare i capelli prima di partire per Barcellona per sei mesi per studiare. Volevo segnare l'occasione e alleggerire un po' il taglio. Stavo crescendo. Ma questa semplice frase del barbiere mi fece di colpo sentire una vecchiaia incombente. Mi disse: “I tuoi capelli stanno iniziando a indebolirsi".
E poi capii. Il mio mondo si fermò: pensai: “Ecco, ci siamo, alla fine sta succedendo. Diedi uno sguardo più attento. Vidi che l’attaccatura dei capelli cominciava ad arretrare leggermente. Quando sollevai i ricci, me ne resi conto. Stava per arrivare l'età adulta e i miei capelli mi stavano per abbandonare poco a poco.

Poi diventò un'ossessione. Appena vedevo una superficie in cui specchiarmi, mi guardavo: nelle vetrine dei negozi, nei finestrini della metropolitana, nello allo specchio la mattina. Ingrandivo le foto più piccole per scrutare tutto ciò che non andava sulla mia testa. Pensavo che non fosse giusto: perché privarmi dei miei capelli? Stavo diventando un po' paranoico; pensavo che non si vedesse altro di me e che stessi diventando invisibile. Mi dissi che forse i miei esami e la mia laurea alla fine dell'anno erano una fonte di stress. Mi sentivo ancora più colpevole. Pensiamo sempre che succederà solo agli altri, e quando ci colpisce davvero fa male.

Ho deciso di saperne di più: ho fatto ricerche sulla perdita di capelli ereditaria e ho provato diversi trattamenti e cure per fermare la caduta. Mi sembrava che alcuni funzionassero, che fosse possibile arrestare la caduta dei capelli. Ho imparato a massaggiare il mio cuoio capelluto per stimolare la microcircolazione. Poi un giorno ho incontrato Delphine. Mi guardava in modo diverso. Pensava che fossi affascinante e mi disse che non notava nulla. Parlava solo dei miei occhi. Molto blu, sì: sono gli occhi di mio nonno. Mi ha ridato fiducia in me stesso.

rf_mag_ft_hair_loss_verbatim_visual_1-1

La prima volta

"A 37 anni, era il momento di prendere una decisione. Alla radice. Ho tagliato i capelli molto, molto corti".

Poi, recentemente, mi ha colpito. Due mesi fa, Delphine mi ha scattato una foto dal balcone mentre aiutavo mio figlio ad andare in bicicletta per strada. Ma guardando la foto non si vedeva altro. Una grande chiazza calva sulla nuca. È stato uno shock, ma mi sono rassegnato. Ho deciso che non ci avrei girato in tondo intorno. A 37 anni, era il momento di prendere una decisione. Alla radice. Ho tagliato i capelli molto, molto corti. Il barbiere ha cercato di scherzarci su e mi ha detto che avevo i capelli di Zidane. È stato l'unico a ridere. I primi tre giorni con il nuovo taglio di capelli ho avuto problemi a riconoscermi. Ma ero tranquillo. Ho preso in mano la situazione e ancora oggi mi massaggio con oli speciali e cerco trattamenti mirati per rafforzare le radici.

E poi ho un piccolo segreto. Per ristabilire l'equilibrio, mi sono fatto crescere una bella barba. Ora si nota solo quella! Mi piace molto il mio nuovo stile. E anche a mio figlio. Dice a tutti che da grande vuole avere la stessa barba di suo padre.

I nostri prodotti studiati per te

Shampoo stimolante con oli essenziali - Complemento contro la caduta dei capelli

Triphasic

Shampoo stimolante con oli essenziali - Complemento contro la caduta dei capelli

Protegge il capitale dei capelli, rafforza i capelli

 

HC_FOOTER_1
Back to top