rf_mag_mmhai_mathildelegrand_principal_visual_1 960x830

Io, i miei capelli, ecc.

Riscoprire i ricci

Mathilde Legrand

La storia di come, a 40 anni, ho deciso di accettare i miei capelli così come sono

Come i suoi ricci, è sempre in movimento. Mathilde Legrand corre la domenica, prende lezioni in palestra, si divide tra la sua agenzia di organizzazione di eventi a Lille, le attività dei suoi figli, gli eventi in Francia o all'estero, e il suo appartamento a Le Touquet, dove può finalmente respirare. A volte si trova anche sotto i riflettori nei servizi fotografici. Mathilde ama il ritmo e oggi ha trovato quello giusto. Nei suoi due bei bagni, ci racconta quanto adori - ora più che mai - il volume dei suoi ricci. Da qualche anno, li lascia naturali, e si trova molto meglio.

  • <span class="ezstring-field">rf_mag_mmhai_mathildelegrand_triptych_visual_1 358x449</span>
  • <span class="ezstring-field">rf_mag_mmhai_mathildelegrand_triptych_visual_2 358x449</span>
  • <span class="ezstring-field">rf_mag_mmhai_mathildelegrand_triptych_visual_3 358x449</span>

In passato non accettavi i tuoi capelli ricci?

Da bambina non mi davano fastidio, ero in grado di gestire la situazione. Ma più tardi, dai vent'anni in poi, è diventato complicato. Penso che ci fosse la tendenza a portare i capelli lisci e questo mi ha influenzato. Ero affascinata dai capelli lisci come la seta, come quelli di Gisele Bündchen. E poi, soprattutto, sognavo di avere la frangia. Non si può avere la frangia con i capelli ricci, è orribile.

Il tuo ambiente professionale non ti ha aiutato?

No. Rappresentavo un bel po' di persone: Partecipavo regolarmente a eventi sportivi, andavo nei camerini, incontravo i clienti e dovevo avere i capelli a posto. Personalmente non mi sentivo pulita quando lasciavo i miei ricci al naturale. Li nascondevo. Mi costringevo a indossare bei vestiti e a tirare i capelli indietro. Impeccabile. Mantenevo un basso profilo. In più lavoravo in un ambiente dominato dagli uomini. Ma forse mi mettevo da sola sotto pressione... Penso che in quel momento forse non avevo attorno a me le persone giuste, quelle che avrebbero potuto rassicurarmi sulla mia identità.

rf_mag_mmhai_mathildelegrand_verbatim_visual_1
Ho abbandonato i miei ricci, ora tutto è più facile.
rf_mag_mmhai_mathildelegrand_verbatim_visual_2 368x460

Cosa hai fatto per "domare" i tuoi capelli?

Ho provato due volte la stiratura brasiliana, ma non era per me. Avevo i miei trucchi. Tiravo i capelli indietro più che potevo, (ride) così azzeravo il volume. Quando uscivo dalla doccia, lisciavo i ricci con le dita e poi li legavo. Mi piaceva molto anche il look ondulato: li lavavo e intrecciavo in modo che fossero ondulati. Tutto tranne l’effetto crespo. Spesso, in occasioni speciali, inventavo acconciature con cui giocare: ad esempio gli chignon con ciambella. Ho provato persino una coda di cavallo molto elegante con un completo, ottenendo uno stile molto androgino.

Cosa è cambiato?

Negli ultimi cinque o sei anni, ci sono stati dei cambiamenti nella mia vita: una separazione, nuovi impegni professionali... Penso di essermi presa del tempo per ritrovare me stessa. Ho deciso di essere meno la persona che la gente si aspettava che fossi. Volevo piacermi, trovare l'autenticità. Così ho fatto delle scelte e ho tenuto i miei ricci. Oggi è tutto più facile. Quando vado a una festa, non acconcio i miei capelli e mi sento sicura.
Sto molto meglio, perché non sono molto brava a farmi i capelli da sola, quindi è un vantaggio puntare sul naturale. E fortunatamente qualche tempo fa sono stata contattata da un agente. Mi hanno offerto di posare nuovamente come modella. Mi sono ritrovata di nuovo sotto i riflettori, proprio come quando avevo vent'anni. Ma meglio nella mia pelle.
Posso essere nuovamente definita alta, bionda e riccia e non mi dispiace affatto. So che questo è il mio punto di forza. Attualmente sto affrontando nuove sfide: mi sto allenando per la gara Raid Amazones in Vietnam, che richiede molta energia!

La routine di Mathilde

Districo i capelli prima dello shampoo con un pettine a denti larghi e una maschera al burro di karité che lascio in posa durante la notte, ogni due settimane.

01

Districo i capelli prima dello shampoo con un pettine a denti larghi e una maschera al burro di karité che lascio in posa durante la notte, ogni due settimane.

Li asciugo al naturale: capelli a testa in giù, li tampono con un asciugamano e, se necessario, applico un po' di spray per rimodellare i ricci.

02

Li asciugo al naturale: capelli a testa in giù, li tampono con un asciugamano e, se necessario, applico un po' di spray per rimodellare i ricci.

Accessori essenziali: un grande fermaglio dorato da 10 cm, un elastico per capelli attorno al polso.

03

Accessori essenziali: un grande fermaglio dorato da 10 cm, un elastico per capelli attorno al polso.

A volte, prima di uscire indosso il cappello e applico un po' di crema da giorno al burro di karité, che lascia un profumo divino...

04

A volte, prima di uscire indosso il cappello e applico un po' di crema da giorno al burro di karité, che lascia un profumo divino...

I nostri prodotti studiati per te

Shampoo idratazione brillantezza

Burro di karité Hydra

Shampoo idratazione brillantezza

Deterge delicatamente - Protegge e idrata i capelli sensibili

Maschera idratazione brillantezza

Burro di karité Hydra

Maschera idratazione brillantezza

Districa istantaneamente - Protegge e idrata i capelli sensibili

Crema giorno idratazione brillantezza

Burro di karité Hydra

Crema giorno idratazione brillantezza

Facilita lo styling - Protegge e idrata i capelli sensibili

HC_FOOTER_1
Torna all'inizio